Home » Ultime dal web » A.R. MAGGIOR RISCHIO DI ATTACCO CARDIACO IMPROVVISO ANCHE SENZA SINTOMI

A.R. MAGGIOR RISCHIO DI ATTACCO CARDIACO IMPROVVISO ANCHE SENZA SINTOMI

A.R. MAGGIOR RISCHIO DI ATTACCO CARDIACO IMPROVVISO ANCHE SENZA SINTOMI - MALATTIE REUMATICHE

I pazienti con artrite reumatoide hanno un aumentato rischio di attacco di cuore a sorpresa, secondo una nuova ricerca presentata a ICNC 12 dalla dottoressa Adriana Puente, un cardiologo nel Centro Medico Nazionale "20 de Noviembre" ISSSTE in Città del Messico. Il rischio è maggiore anche nel caso di pazienti asintomatici ed è indipendente dai tradizionali fattori di rischio cardiovascolare, come il fumo e il diabete.

"Il nostro studio suggerisce che un quarto dei pazienti con artrite reumatoide e nessun sintomo di malattia cardiaca potrebbe avere un attacco di cuore senza preavviso", ha spiegato Puente. ICNC, che si chiude il 5 maggio a Madrid, è organizzato dalla sezione di cardiologia nucleare e TC cardiaca dell'Associazione Europea di Imaging cardiovascolare (EACVI), un ramo registrato della Società Europea di Cardiologia (ESC), della Società Americana di Cardiologia Nucleare (ASNC), e dell'Associazione europea di Medicina Nucleare (EANM).

"L'artrite reumatoide colpisce l'1,6% della popolazione generale ed è la prima causa di consultazione al servizio di reumatologia. Questa condizione quasi raddoppia il rischio di un attacco di cuore, ma la maggior parte dei pazienti non sapevano di avere malattie cardiache e non sono mai stati avvertiti il loro rischio cardiovascolare " ha detto Puente. Lo studio ha esaminato la presenza di ischemia e infarto secondari a malattia aterosclerotica (malattia coronarica) in 91 pazienti con artrite reumatoide e fattori di rischio cardiovascolari tradizionali, ma privi di sintomi di malattie cardiache. Sono stati misurati in tutti i pazienti i marcatori infiammatori, l'attività dell'artrite reumatoide e i fattori di rischio.

Esistenza di ischemia e infarto sono stati valutati con il metodo cardiologia nucleare Gated SPECT (Gated Single Photon Emission Computed Tomography). I ricercatori hanno scoperto che il 55% dei pazienti aveva dislipidemia (elevati livelli di lipidi nel sangue), il 32% soffriva di ipertensione, il 14% era fumatore e il 10% era affetto da diabete di tipo 2. Quasi un quarto (24%) dei pazienti aveva un Gated SPECT abnorme, indicando ischemia o infarto. Non c'era alcuna correlazione significativa tra la presenza di ischemia o infarto e l'attività dell'artrite reumatoide, i marcatori dell'infiammazione o i fattori di rischio cardiovascolare.

"Il nostro studio mostra che un quarto dei pazienti con artrite reumatoide e nessun sintomo di patologia cardiaca soffrono invece di malattia coronarica, come dimostra la presenza di ischemia miocardica o infarto nello studio Gated SPECT. Questo significa che corrono un maggior rischio di morte cardiovascolare", ha aggiunto Puente. "L'ischemia e l'infarto possono essere spiegati dalla persistenza dell'infiammazione sistemica nell'artrite reumatoide, che può provocare un processo accelerato di aterosclerosi. L'assenza di associazione tra i risultati Gated SPECT e i marcatori infiammatori potrebbe essere dovuta al fatto che tutti i pazienti erano in cura con trattamento farmacologico".

 www.salutedomani.com   Maggio 2015

 

 

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC