Home » Ultime dal web » A.R.: TOCILIZUMAB PIU' EFFICACE DI ADALIMUMAB

A.R.: TOCILIZUMAB PIU' EFFICACE DI ADALIMUMAB

Dallo studio ADACTA è emerso che i pazienti adulti affetti da artrite reumatoide, trattati con Tocilizumab (RoActemra) in monoterapia, hanno ottenuto un miglioramento significativamente maggiore dell'attività della malattia (riduzione del punteggio DAS28) dopo 24 settimane, rispetto ai pazienti trattati con Adalimumab (Humira) in monoterapia.

I risultati dello studio ADACTA sono stati presentati all’Annual Meeting dell'EULAR (European League Against Rheumatism).

I pazienti con artrite reumatoide vengono spesso trattati con combinazioni di terapie biologiche con Metotrexato. Tuttavia, circa un paziente su 3 in trattamento con un biologico, come Tocilizumab o Adalimumab, riceve il farmaco in monoterapia a causa soprattutto dell'intolleranza al Metotrexato.

ADACTA è uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, a gruppi paralleli, di fase IV, ha messo a confronto la riduzione di segni e sintomi durante il trattamento con Tocilizumab in monoterapia rispetto ad Adalimumab in monoterapia in pazienti adulti con artrite reumatoide attiva, grave, con intolleranza al Metotrexato o nei quali il trattamento con Metotrexato risultava inappropriato.
I pazienti che hanno partecipato allo studio non avevano ricevuto precedentemente un farmaco biologico per l’artrite reumatoide.
Un totale di 326 pazienti sono stati assegnati in modo casuale, in un rapporto 1:1, al trattamento con Tocilizumab 8 mg/kg per ev ogni 4 settimane o Adalimumab 40 mg per via sottocutanea ogni 2 settimane per 24 settimane.

Nello studio ADACTA dopo 24 settimane di trattamento, i pazienti affetti da artrite reumatoide attiva grave e con intolleranza o risposta inadeguata al Metotrexato:

• hanno ottenuto un miglioramento medio dell'attività della malattia (riduzione del punteggio DAS28) di 3.3 con Tocilizumab, rispetto a 1.8 con Adalimumab;

• hanno ottenuto un tasso di remissione DAS28 del 40% con Tocilizumab rispetto all’11% con Adalimumab (DAS28 inferiore a 2.6);

• hanno ottenuto risposte ACR20, 50 e 70 pari al 65%, 47% e 33% con Tocilizumab rispetto al 49%, 28% e 18% con Adalimumab.

Le differenze per tutti questi endpoint sono state statisticamente significative.

L'incidenza di eventi avversi è stata simile tra i gruppi, con l’82.1% dei pazienti che hanno presentato una reazione avversa nel braccio Tocilizumab e l’82.7% nel braccio Adalimumab. Gravi eventi avversi, e infezioni gravi sono, anch’essi, risultati simili tra i gruppi (Tocilizumab: 11.7%, 3.1%; Adalimumab: 9.9%, 3.1%).

 

Tratto da xagena 2012

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC