Home » Argomento del mese » ATTIVATA STRATEGIA NAZIONALE PER CRONICITA'

ATTIVATA STRATEGIA NAZIONALE PER CRONICITA'

ATTIVATA STRATEGIA NAZIONALE PER CRONICITA' - MALATTIE REUMATICHE
Per la prima volta il nostro Paese si dota di una strategia nazionale per gestire le malattie croniche che interessano il 38% della popolazione, hanno un impatto notevole sulla vita delle persone e anche sui costi delle famiglie - commenta Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato e responsabile del Coordinamento delle Associazioni dei malati cronici di Cittadinanzattiva -. È dal 2011 che chiedevamo un piano nazionale sulla cronicità, ora Ministero della Salute e Conferenza delle Regioni hanno ascoltato le istanze dei cittadini, coinvolgendoli anche nella stesura del Piano. La sfida sarà attuarlo, anche perché non sono previste risorse aggiuntive. 
 
E' proprio vero, dopo 5 anni dalla nostra proposta fatta in occasione del Rapporto Annuale sulle politiche della cronicità che il nostro Paese si dotasse di un suo Piano nazionale delle cronicità, ora possiamo dire con soddisfazione che è diventato realtà!!!
 
Qui trovate il testo approvato:
 
 
e in allegato la prima intervista che hanno fatto al CnAMC.
 
E' stato un lavoro lungo e faticoso, che ha visto protagonisti molti di noi, in un confronto talvolta acceso tanto con il livello centrale, quanto con i rappresentanti delle Regioni, ma del quale siamo particolarmente orgogliosi e felici.
 
Abbiamo avuto un confronto serrato in alcune fasi di redazione del Piano, forzando anche un pò la mano su alcune questioni che altrimenti sarebbero state considerate marginali.
Ci riferiamo ad esempio: al riconoscimento del ruolo svolto dalle associazioni e dai familiari; al tema del protagonismo delle associazioni nelle diverse azioni previste nel piano ed alla loro partecipazione nella valutazione e nelle scelte di politiche della cronicità.
 
Grazie a questo lavoro siamo riusciti insieme a:
 
far inserire nel Patto per la salute 2014- 2016 l'impegno alla realizzazione del piano nazionale delle cronicità;
 
far pesare le criticità con cui si misurano quotidianamente le persone affette da patologie croniche e i loro familiari, mettendo a frutto i dati e le proposte del Rapporto CnAMC;
 
- fare in modo che le associazioni potessero partecipare ed intervenire attivamente, emendando il testo in discussione, in particolare quelle che si occupano delle patologie su cui ci sono focus nel Piano;
 
sbloccare il momento di stallo che stava avendo il Piano attraverso la mobilitazione HANNO ROTTO IL PATTO di Maggio scorso che ci ha visti tutti protagonisti;
 
- a fare in modo che la partecipazione delle associazioni di cittadini e pazienti sia riconosciuta e sia requisito sul quale le amministrazioni al livello nazionale, regionale e locale siano misurate.
 
- far inserire nelle premesse i due PDTA che abbiamo scritto con gli amici delle Associazioni del Coordinamento.
 
Ora la sfida per il Coordinamento tutto è continuare così e fare in modo che il Piano sia attuato.
 
Grazie, a presto, ma soprattutto buon lavoro a tutti noi!
 
Sabrina, Tonino e Tiziana
 

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC