Home » Ultime dal web » BIOSIMILARI IN EUROPA

BIOSIMILARI IN EUROPA

BIOSIMILARI IN EUROPA - MALATTIE REUMATICHE

Presentato il primo rapporto “The impact of Biosimilar Competition” per analizzare l’impatto sui prezzi e sul mercato 2014, dopo l’arrivo di alcuni biosimilari. Rispetto ai farmaci generici, i biosimilari hanno prodotto una variazione dei prezzi per giornate di trattamento inferiore, ma in alcuni casi abbastanza significativa da determinare un discreto risparmio, che può contribuire alla sostenibilità del servizio sanitario

 

La sostenibilità dei servizi sanitari, passa anche per i biosimilari. A  ribadirlo è un rapporto di IMS Health “The impact of Biosimilar Competition”, realizzato su richiesta della Commissione Europea e appena pubblicato sul sito della Commissione Europea, insieme al summary del workshop dedicato all’accesso e all’utilizzo dei biosimilari.
Il rapporto, redatto da IMS, una fonte indipendente, e relativo ai dati 2014, illustra gli effetti prodotti su prezzo, volume e share di mercato dall’arrivo dei farmaci biologici a brevetto scaduto (biosimilari) nell’Area Economica Europea (EEA).
 
Cinque in particolare i punti chiave che emergono dall’analisi. Una competizione sostenibile può portare sia ad una diminuzione dei prezzi, che facilitare l’accesso ai farmaci biologici. In realtà, la correlazione tra quota di mercato dei biosimilari e riduzione dei prezzi appare piuttosto debole; visto infatti il complesso e costoso programma di sviluppo dei farmaci biosimilari, rispetto ai generici, non è logico attendersi una riduzione dei costi pari a quanto accade con i generici.


L’aumento di accesso alle terapie è più evidente nei Paesi che avevano un basso utilizzo dei biologici. Le aziende attive nel mercato dei biosimilari stanno aumentando di numero e con loro l’offerta dei prodotti; queste aziende continuano ad innovarsi per migliorare gli standard di cura.
L’uso dei biosimilari infine, varia molto da un Paese all’altro, a seconda delle diverse aree terapeutiche.
 
Analizzando in particolare cosa è accaduto nel mercato italiano, si evidenzia che da noi l’utilizzo dei biosimilari, con la sola eccezione della somatotropina, appare sostanzialmente in linea con la media europea, sia per quanto attiene al prodotto di riferimento, che relativamente al mercato totale. I biosimilari rappresentano dunque già una realtà ben consolidata anche nel nostro Paese, dove danno il loro contributo alla sostenibilità del servizio sanitario.
 
In una nota rilasciata a margine della presentazione del rapporto, Assobiotec (Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie) fa sapere che “ritiene fondamentale continuare a definire politiche che contemperino la competizione nel mercato dei farmaci biologici a brevetto scaduto con il rispetto della libertà prescrittiva dei medici ed il diritto dei pazienti alla continuità terapeutica, armonizzando attorno a tali principi la legislazione, la regolazione e i processi di acquisto, senza che debba intervenire in maniera suppletiva la giurisprudenza”.

Anti-TNF (Anti-tumour necrosis factor).
E’ una classe di farmaci utilizzati per trattare patologie infiammatorie autoimmuni quali artrite reumatoide, spondilite anchilosante, artrite psoriasica, artrite giovanile, morbo di Crohn, colite ulcerosa, psoriasi e idrosadenite suppurativa. Questi farmaci riducono l’infiammazione e arrestano la progressione di malattia.
I primi Paesi nei quali l’infliximab ha perso l’esclusività sono stati Norvegia e Finlandia nell’ultimo trimestre del 2013, mentre per la maggior parte delle nazioni europee la perdita di esclusività c’è stata nel febbraio 2015.
Minime sono state per ora le variazioni di prezzo per giornate di trattamento (mercato totale), con un range tra – 5% (Portogallo) e + 6% (Romania).

 

Quotidianosanità.it (Dicembre 2015)

 

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC