Home » Ultime dal web » CHI SOFFRE DI LUPUS SENTE MENO GLI ODORI

CHI SOFFRE DI LUPUS SENTE MENO GLI ODORI

Disfunzioni olfattive sono comuni in patologie che coinvolgono il sistema immunitario
Nel lupus eritematoso sistemico si può verificare una riduzione dell'olfatto
MILANO - Annusare è una questione di cervello. Le aree responsabili del senso dell'olfatto sono infatti nel sistema nervoso centrale e in alcune malattie neurologiche che hanno una componente immunitaria non è raro che si perda la capacità di sentire gli odori: succede nel Parkinson, nella sclerosi multipla, nell'Alzheimer. E anche nel lupus eritematoso sistemico, come dimostra una ricerca pubblicata su Arthritis and Rheumatism.

STUDIO ISRAELIANO – I dati arrivano da una ricerca condotta da medici del Chaim Sheba Medical Center di Tel-Hashomer, in Israele, che hanno coinvolto 50 malati di lupus e 50 persone sane di pari età e sesso. A tutti è stata valutata la funzionalità olfattiva, indicata con un punteggio totale ottenuto in tre tipi di test: uno per misurare la soglia oltre cui si è in grado di percepire un odore (identificando uno stick più o meno profumato fra altri privi di odore); uno per capire la capacità di discriminare due odori; un terzo per quantificare l'abilità nell'identificare un odore fra quattro diverse opzioni. I pazienti con lupus hanno dimostrato di avere deficit di olfatto significativi rispetto ai sani: il 10 per cento di loro aveva soglie più elevate agli odori e non aveva una grossa capacità di discriminazione. Inoltre, i malati in cui il lupus era particolarmente aggressivo e quelli che avevano avuto manifestazioni del lupus a livello del sistema nervoso centrale (il cosiddetto lupus neuropsichiatrico) totalizzavano un punteggio di funzionalità olfattiva particolarmente basso.

TOPI – Yehuda Shoenfeld, il responsabile dello studio israeliano, ha avuto l'idea di studiare l'olfatto dei malati di lupus perché alcuni esperimenti sui topi avevano suggerito che i sintomi neurologici del lupus e i deficit olfattivi potrebbero essere provocati da meccanismi autoimmuni specifici, diretti contro precise aree cerebrali. «Meccanismi che non sono ancora noti, ma l'eventualità che il deficit olfattivo dipenda da un processo mediato dalla risposta immune merita di essere approfondita», dice Shoenfeld. Nei topolini l'iniezione di anticorpi legati alle manifestazioni neurologiche del lupus, che penetrano nelle cellule dell'area limbica del cervello, provoca la perdita dell'olfatto. Proprio l'area limbica, infatti, è quella associata all'olfatto; in una ricerca di qualche tempo fa, d'altro canto, la risonanza magnetica su pazienti con lupus ha evidenziato alterazioni proprio a carico dell'area limbica. Un bel po' di indizi, e tutti sembrano indicare che la perdita del senso dell'olfatto ha molto a che vedere con un meccanismo autoimmune a livello cerebrale: autoanticorpi che potrebbero essere “sparati” contro le aree associate all'olfatto e che tolgono la capacità di sentire gli odori. C'è tanto da capire ancora, come ammettono gli israeliani. Che però concludono il loro lavoro dicendo che «la riduzione dell'olfatto è un segno precoce per molte malattie del sistema nervoso centrale; i test sull'olfatto, quindi, potrebbero essere utili per diagnosticare in maniera tempestiva il coinvolgimento cerebrale nei pazienti con malattie autoimmuni, come il lupus».

Elena Meli
18 maggio 2009

Fonte: http://www.corriere.it/salute/reumatologia...44f02aabc.shtml

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC