Home » Argomento del mese » L'ARTRITE REUMATOIDE NELLA STORIA:CRISTOFORO COLOMBO

L'ARTRITE REUMATOIDE NELLA STORIA:CRISTOFORO COLOMBO




STORIA: COLOMBO MORI' DI ARTRITE REUMATOIDE, NON GOTTA/ANSA.
LO SOSTIENE REUMATOLOGO TEXAS A CONVEGNO MEDICO BALITIMORA



(ANSA) - WASHINGTON, 6 MAG - Contrariamente a quanto si e' creduto per decenni, Cristoforo Colombo non soffriva di gotta ma di una severa forma di artrite reumatoide che lo porto' alla morte all'eta' di 54 anni, nel 1506, circa 14 anni dopo avere scoperto l'America il 12 ottobre del 1492.
Lo sostiene un remautologo americano, Frank Arnett, docente alla University of Texas Medical School di Houston, in Texas, che ha presentato oggi le conclusioni di un suo lungo studio alla University of Maryland School of Medecine, a Baltimora.
La morte di Cristoforo Colombo e' il tema centrale dell'edizione 2005 della conferenza linico-patologica (Cpc) che ogni anno si tiene presso il Davidge Hall dell'Universita' del Maryland, il piu' antico ateneo di medicina statunitense. Arnett ha ricordato che Colombo, negli ultimi anni della sua vita, era zoppo, soffriva di forti febbri e di altri sintomi tipici di una forte artrite.
Il professore texano esclude che si trattasse di gotta, come si e' spesso detto, basandosi su testimonianze storiche. ''Colombo non rispondeva allo stereotipo dell'uomo robusto, che beveva e consumava alimenti ricchi, e che puo' facilmente ammalarsi di gotta'', ha spiegato Arnett, ricordando che in base a testimonianze dell'epoca, i primi segni della malattia di cui soffri' l'esploratore genovese, iniziarono improvvisamente all'eta' di 41 anni, durante una violenta tempesta, di ritorno dal primo dei suoi quattro viaggi transatlantici.
Negli anni successivi, sempre in base alle testimonianze di allora, Colombo soffri' a piu' riprese di quella che venne definita influenza, di forti febbri, con non di rado gli occhi sanguinanti oltre a lunghi e ripetuti attacchi di gotta.
Ma Arnett non ha dubbi: non poteva trattarsi di gotta. ''Ne sono convinto vista la durata delle crisi. Gli attacchi di gotta durano generalmente tra 7 e 10 giorni -spiega lo studioso- mentre l'artrite reumatoide e' una infiammazione delle giunture che si manifesta diverse settimane dopo una infezione batterica intestinale o dopo avere contratto una malattia sessualmente trasmissibile''.
''La mia impressione - conclude il docente texano - e' che Colombo sia stato affetto da artrite reumatoide dopo essere stato vittima di una intossicazione alimentare in uno dei suoi viaggi transoceanici, a causa delle insufficienti condizioni sanitarie, in particolare nella preparazione del cibo consumato a bordo''.
A convincere Arnett della giustezza della sua tesi e' il fatto che l'artride reumatoide ha cause genetiche ed era particolarmente presente in nord Europa.
“Colombo era alto, dalla pelle chiara e con gli occhi azzurri, il che fa pensare che avesse antenati del Nord Europa e potesse quindi possedere geni particolarmente sensibili all'artrite'', conclude il professore texano.
Alla conferenza di Baltimora e' anche intervenuto un professore dell'Universita' di Barcellona, Francesc Albardaner.
Una delle tesi - non nuova - da lui difesa e' che Cristoforo Colombo fosse catalano e non di Genova, citta' in cui si pensa sia nato nel 1451, figlio di un mercante di stoffe, prima di emigrare in Spagna nel 1485 e quindi organizzare la prima spedizione americana nel 1492, finanziato da re Ferdinando
d'Aragona e da Isabella la Cattolica. (ANSA).

A CURA DI LUCRY

contatto rapido

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

forum reum-amici

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

SEZIONE A.I.R.A. CATANIA E SICILIA

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Facebook

contatto rapido - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. Twitter

Link

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONVENZIONI A.I.R.A. O.n.l.u.s.

Link - MALATTIE REUMATICHE

Giornalino A.I.R.A. O.n.l.u.s. 2017

Link - MALATTIE REUMATICHE

CONTATORE QUOTA DISPONIBILE: Euro 7.500,00

Link - MALATTIE REUMATICHE

IL MEDICO RISPONDE

Link - MALATTIE REUMATICHE

A.I.R.A. O.n.l.u.s. aderisce a CnAMC